I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

Home / Progetti / The Hidra Project

The Hidra Project

Stato: In Corso   Anno: 2015

Ambito: Approvvigionamento idrico

single project

La raccolta fondi per l’anno 2015 sarà destinata alla realizzazione di un nuovo e innovativo progetto: HIDRA. Quest’ultimo progetto è finalizzato a garantire l’approvvigionamento idrico del villaggio di Ingorè in Guinea Bissau. I numerosi fiumi che l’attraverso, a causa delle maree vengono contaminati con acqua di mare e pertanto risultano salmastri e non potabili. Nei villaggi più sperduti l’unica possibilità di acqua è attraverso pozzi tradizionali scavati alla ricerca di acqua sorgiva dolce. Ma anche questa acqua è di sicuro lontana dall’essere considerata realmente potabile, e in molti casi risulta portatrice di agenti patogeni, causa di moltissime malattie come tifo e colera. L’Associazione S.ol.co. con l’aiuto di giovanissimi ricercatori dell’Università di Barcellona sta procedendo ad effettuare analisi approfondite del territorio guineense, cercando di individuare una soluzione alternativa per dare alla popolazione la possibilità di usufruire di acqua potabile da bere e per coltivare: la costruzione di un modulo, il modulo HIDRA, che attuando un sistema di raccolta dell’acqua piovana potrebbe rappresentare una soluzione al problema. Il modulo Hidra è stato pensato per poter esplicare la sua azione durante due periodi climaticamente differenti che si susseguono regolarmente durante l’anno sfruttando due principi di funzionamento diversi: Periodo delle piogge: caratterizzato da abbondanti precipitazioni durante le quali l’acqua meteorica, raccolta all’interno del modulo verrà sottoposta ad un processo di filtrazione meccanica attraverso l’utilizzo di filtri in ceramica e successivamente stoccata all’interno di cisterne sotterranee al fine di poterne garantire un’immediata disponibilità. La movimentazione dell’acqua in questo caso è per gravità. Periodo di secca: con forte presenza di giornate assolate e di alte temperature. Durante questo periodo si procederà ad un processo di dissalazione e sanificazione dell’acqua sotterranea estraibile dai pozzi esistenti, sfruttando il normale processo fisico di evaporazione dell’acqua attraverso irraggiamento solare e successiva condensazione e stoccaggio all’interno di cisterne. La movimentazione dell’acqua da e verso il modulo è prevista in parte per gravità ed in parte attraverso l’ausilio di sistemi di pompaggio manuali o elettrici. II modulo verrà realizzato utilizzando materiali facilmente reperibili in loco e che per via delle loro caratteristiche fisico-chimiche potranno prestarsi allo scopo. Il loro utilizzo permetterà non solo di abbattere i costi di importazione e di trasporto ma anche la valorizzazione delle materie prime da poter immettere sul mercato. La tipologia di intervento favorirà anche lo sviluppo di nuove professioni.

  • Condividi il progetto