I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

Home / Associazione

ASSOCIAZIONE

L'associazione S.ol.co. onlus - acronimo di Solidarietà oltre confine - nasce nel 2004 a Putignano (Bari-Italy) dalla “responsabile incoscienza” di un gruppo di persone che, dal 2001, partecipava a campi di lavoro in Africa.

A partire da quel momento, in tanti abbiamo avuto la fortuna di condividere esperienze simili, sia in prima persona sia attraverso i racconti dei volontari. Questo ha consentito, in maniera del tutto naturale, il sorgere di una volontà comune: tracciare un solco di solidarietà che oltrepassasse i confini nazionali, per raggiungere le aree e le popolazioni bisognose con cui abbiamo stretto legami nel corso degli anni. Insieme abbiamo predisposto interventi e progetti tesi a migliorare la situazione in loco, segnando percorsi di reciproco scambio e crescita.

Le nostre azioni sono pertanto animate dal desiderio comune di tutti coloro che sono rientrati dall’Africa: sdebitarsi con le popolazioni alle quali prima di partire pensavano di “dare” e dalle quali, al rientro in Italia, si sono resi conto di avere principalmente “ricevuto”. Contropartita dello spirito missionario iniziale è stata, infatti, la riscoperta di valori perduti o, più semplicemente, impolverati sotto il pesante strato della “civilizzazione moderna”.

Armonia, naturalezza, condivisione, fiducia, gratuità, amicizia, solidarietà, reciprocità, semplicità, famiglia, scambio, positività, concretezza, essenza … sono solo alcune delle parole chiave del nostro essere: parole dal sapore nuovo, tipiche dello spirito associativo che motiva e caratterizza l’azione dei volontari nel costruire qualcosa per la propria realtà e soprattutto oltre la propria realtà.

Dapprima in Tanzania e poi in Guinea Bissau, abbiamo portato avanti il nostro obiettivo solidale in varie forme: l’intensa e capillare attività di found raising in Italia ha favorito la realizzazione di progetti di sviluppo sempre più impegnativi, ma a misura di “Africa”, fondati sulla sostenibilità sociale; il bisogno di dar voce a chi non ne ha, di far conoscere il nome dei tanti volti impressi nelle nostre immagini d’Africa, di condividere le emozioni di gioia e sofferenza di coloro per i quali il diritto alla vita è tutt’altro che certo e inviolabile, ha mosso una variegata gamma di attività di sensibilizzazione.

Quindi, tanti i progetti già terminati, tante le iniziative di sensibilizzazione promosse sul territorio ancor più numerose però le sfide che ci attendono nel futuro.